Gem talks: diamonds

Se siete alla ricerca del diamante perfetto da regalare alla vostra metà, allora bisogna che iniziate a risparmiare un bel po’, all’incirca $45 milioni. Con questa cifra da capogiro è stato valutato il diamante Blu Oppenheimer in vendita a Ginevra al Christie’s Shop. Il diamante in questione è di taglio smeraldo ossia rettangolare da 14.2ct di colore Vivid Blue: di questo colore, al mondo, esite solo l’1% dei diamanti di cui, pochissimi di taglio smeraldo.

Vari studi hanno dimostrato che il diamante purifichi e rigeneri il corpo stimolando le difese immunitarie e sia indicato nella cura di tutti i disturbi degli organi in qualche modo associati alle attività psichiche, come il cervello e il sistema nervoso, ma anche l’apparato sensoriale e le ghiandole ormonali. Pare contribuisca a sviluppare una chiara comprensione della propria situazionale esistenziale, aiutandoci a migliorare il nostro carattere, superando la depressione e la paura, incoraggiando al contempo la fiducia in sé stessi. Sono più che convinta della valenza di questo studio, in quanto ho provato sulla mia pelle queste nuove sensazioni: ho iniziato a lavorare come venditrice diretta di gioielli con diamanti in un periodo non proprio felice della mia vita, per poi raccogliere tutte le mie conoscenze ed esperienze personali come blogger, e ho riscontrato col tempo un miglioramento del mio umore e della fiducia in me stessa che mi ha portato a raggiungere i miei obiettivi professionali e non.

Tornando al diamante Openheimer, esso è denominato tale poiché appartenuto a Sir Philip Oppenheimer, il più rinomato nel mondo dei diamanti, fondatore dell’azienda De Beers Mining Company. Se il vostro budget non raggiunge tale cifra, sarà meglio optare per un diamante meno raro ma comunque di grande effetto. A tal proposito, è bene acculturarsi riguardo i diamanti e capirne un po’ in più.

Partiamo dalle fondamenta, appunto dalle miniere. Il diamante è un minerale naturale ed è il materiale più resistente e duraturo esistente in natura, per questo si dice: ‘Un diamante è per sempre’. I diamanti sono noti per essere estremamente bianchi, ma esistono anche di altri colori. Tale caratteristica è denominata Color, o colore, e si esprime in una scala che parte dalla lettera D, il più bianco, fino ad arrivare alla Z, estremamente giallo. Altri colori di diamanti conosciuti come fancies sono il nero, il bort (un diamante opaco di colore scuro), il colore canarino di un giallo intenso, blu, rosso, rosa, viola, verde o marrone: tutti i quali estremamente rari (https://www.infinityoflondon.com/pages/colore-diamanti)

Un’altra caratteristica da considerare al momento dell’acquisto è la Clarity, o purezza, che però è valutabile solo da esperti gemmologi utilizzando macchinari di ingrandimento specifici: la purezza è esprimibile attraverso una scala che parte da FI (Flawless Inclusions- priva di inclusioni) sino a SI3 (Small Inclusions livello 3- piccole inclusioni livello 3). La I sta per Inclusions o inclusioni, ossia frammenti di colore diverso dal bianco, del tutto naturali (https://www.infinityoflondon.com/pages/purezza-diamanti)

Il Cut, o taglio, relativo alle sfaccettature del minerale è la terza caratteristica importante ossia lo stile in cui viene tagliato. Il taglio più comune è il brilliant o tondo; esiste poi lo squadrato princess perfettamente quadrato; c’è poi il taglio emerald di forma rettangolare con due lati più lunghi e gli angoli leggermente tondeggianti; il taglio a goccia o drop più particolare poiché ha tre lati ma più versatile in quanto posizionabile sulla montatura come più ci aggrada; il romanticissimo taglio a cuore o heart che si presta, ad esempio, ad essere circondato da tanti piccoli diamanti tondi; il taglio oval o ovale è più simile a un uovo; il taglio marquise più schiacciato nei bordi allungati quindi con un diametro più corto; infine c’è il taglio octagonal o ottagonale, estremamente sfaccettato e complesso. Scegliere il taglio del diamante è assolutamente da affidare al gusto personale (https://www.infinityoflondon.com/pages/diamanti-taglio)

Il Carat, o caratura, va a sommarsi alle altre caratteristiche. La misura del diamante si definisce in carati (ct) l’equivalente di 0.2 grammi (o 0.007 once). Non esistono limiti di peso per i diamanti, a definirli è solo il nostro budget (https://www.infinityoflondon.com/pages/carati-diamanti).

Le variabili, dunque, che incidono sul prezzo sono il colore, la purezza, il taglio e la caratura: le 4C’s, per una lettura approfondita si consiglia la pagina https://www.infinityoflondon.com/pages/diamanti-4c. Chiaramente, un’ottima qualità di diamante inciderà sul prezzo che sarà ritenuto di maggior valore e autorevole se accompagnato da una certificazione gemmologica, ossia un vero e proprio passaporto del minerale complessivo di numero di certificazone, peso, nome della gemma, misure in millimetri, taglio, purezza, colore e grado del taglio: il tutto firmato e certificato da vari gemmologi esperti che lavorano per laboratori di fama internazionali quali GIA, IGS, HRD, ANCHOR CERT, IGI e molti altri; così come Infinity of London fa da oltre un decennio.

Ciò che rende un diamante ancor più ricercato sono altri diamanti, come a formare un trilogy, un solitario composto o un cluster: dove i diamanti circondando una o più pietre di colore come zaffiri, rubini o smeraldi. Nei prossimi post ci occuperemo anche delle pietre di colore, parlando delle loro caratteristiche e valenze. Gli artigiani di Infinity of London hanno scolpito i gioielli un po’ come si sarebbe scolpita l’anima di una donna: con una delicatezza infinita, in punta di piedi per non svegliarla dal suo sogno. C’è bisogno di mani esperte, mani che abbiano un’abilità che si tramanda nel tempo, da tradizioni di sapiente artigianalità. Si è sentito anche il bisogno di efficienza, organizzazione, modenrità. E Infinity of London è il risultato di tutto ciò, in ogni sua singola creazione.

Concludendo, acquistare un gioiello con diamanti è un’impresa non da poco che non richiede esperienza ma stima nel venditore a cui ci si sta rivolgendo. Un nome di un brand che ha una sua storia e valenza nel settore scaturisce nell’acquirente immediata fiducia e lo agevola nell’acquisto finale. Oltre che ricordarci un avvenimento importante pare il diamante abbia anche effetti benifici sul nostro corpo. Se il diamante viene indossato per lungo tempo, come pietra ornamentale ha effetti duraturi sul piano spirituale; mentre incide a livello fisico stimolando gli organi descritti all’inizio, se applicato sulla fronte, sul terzo occhio. La mia personale opinione è semplice: vedere la gemma preziosa tutti i giorni su di noi ci fa sentire unici, indistruttibili e ricercati, proprio come il diamante.

Continua a seguire i prossimi post del blog Infinity of London per restare aggiornato sulle nuove tendenze e su piccole tips di un’azienda che da decenni ricopre di diamanti i propri clienti, sempre con eleganza.